Utilizzare il credito d’imposta in campagne digitali

Utilizzare il credito d’imposta in campagne digitali

Spesso il buyer journey dei nostri clienti è complesso e frammentato: per ridurne la dispersione, il più delle volte scegliamo di concentrarci esclusivamente sulle campagne online.
Ma l’ideale sarebbe affiancare ai nostri investimenti su google adv, Facebook e LinkedIn, anche campagne su stampa, cartacea o digitale.
Una strategia che fino agli scorsi anni risultava meno efficace e che adesso, grazie al credito d’imposta (e alla collaborazione di alcune redazioni più reattive e propositive), diventa un’interessante opportunità.

Qualche esempio di integrazione delle campagne con investimenti giornalistici?
Una possibilità efficace è quella di gestire una parte della fase di awareness del buyer journey attraverso le testate giornalistiche (cartacee o online), per dare visibilità a partnership e progetti speciali con cui raccontare prodotti e tecnologie rappresentative del brand con un tono più giornalistico.

Ma non solo: in alcuni casi abbiamo coinvolto alcune delle riviste in target per i nostri clienti e abbiamo creato mini-eventi per il lancio di un prodotto - a costi che, senza il credito d’imposta, non sarebbero stati sostenibili.

In generale, si tratta di iniziative che i clienti B2C sono da sempre abituati ad attivare, ma che possono essere ottime opportunità anche per il settore B2B,

La prima sfida? Il tempo
Ti ricordiamo che sulle campagne pubblicitarie con testate giornalistiche in partenza adesso, e su quelle del 2021, hai tempo fino al 31 marzo per presentare domanda e richiedere il credito d’imposta del 50% - con possibilità di anticipare l’investimento al reale svolgimento della campagna.

Per saperne di più contattaci: possiamo aiutarti a investire su testate digitali per integrare la tua strategia!
Se non hai ancora un account manager Domino di riferimento scrivi a info@domino.it.

Prosegui la discussione su
Conosciamoci meglio.  Vuoi conoscere le nostre ultime esperienze, le nostre idee per la tua azienda  o semplicemente il vincitore del torneo aziendale di ping-pong?  Prendi un caffè con noi