Come sfruttare un configuratore per il B2B

Come sfruttare un configuratore per il B2B

Ottenere più lead è il tuo sogno ricorrente? Un configuratore, utilizzato nella fase di prevendita di un prodotto o servizio per il B2B, può cambiare in maniera significativa la tua lista dei contatti:

  • permette la personalizzazione di un servizio o di un prodotto stuzzicando il desiderio del cliente che può valutare tutte le opzioni disponibili e scegliere la sua soluzione ottimale. Di conseguenza arrivare allo step finale è molto più semplice: il cliente ha deciso cosa acquistare, già in fase di prevendita.
  • è di facile utilizzo e può essere usato per tutti i servizi in vendita, da quelli industriali a quelli turistici

Ecco perché è bene sfruttare un configuratore per le aziende B2B: in questo modo l'azienda A offre un servizio personalizzato all'azienda B, che diventerà cliente di fiducia.

Qui di seguito ti spieghiamo come creare un configuratore di servizi.

1. Sii semplice

La prima parola chiave che caratterizza un configuratore di servizi e di prodotti ottimale è la semplicità. Un configuratore, per essere fruibile nell'immediato, deve essere prima di tutto semplice e di facile utilizzo, fin dalla prima pagina. 

configuratore-servizi-B2B-contship1.png

 

Nel configuratore di Contship abbiamo utilizzato un copy chiaro e diretto, con le prime due alternative tra cui scegliere. Non dimenticare la call to action per i contatti: il cliente potrebbe avere già deciso ancora prima di utilizzare il configuratore.

configuratore-servizi-B2B-contship2.png

 

Dopo aver deciso tra connessione marittima e ferroviaria, l'utente atterra nella seconda pagina del configuratore, dove gli viene posta un'altra semplice domanda. È importante indicare le varie opzioni: cliccando infatti sullo spazio vuoto compare un menu a tendina con i diversi terminal Contship tra cui scegliere.

2. Schematizza

Il metodo migliore per comunicare un servizio è schematizzare. Mostra le varie opzioni in maniera chiara e sintetica, in modo da non confondere l'utente. 

configuratore-servizi-B2B-contship3.png

 

Per Contship abbiamo inserito le diverse opzioni schematizzando i servizi offerti: modalità di trasporto, tempi di consegna, partenza, destinazione e frequenza. L'utente può scegliere tranquillamente la soluzione che fa per lui e andare avanti con il configuratore.

configuratore-servizi-B2B-Iveco1.png

 

Anche per un configuratore di mezzi pesanti abbiamo scelto di utilizzare dei menu a tendina che facilitassero l'utente nella scelta del veicolo. Qui si può configurare in base alle caratteristiche principali: massa totale a terra, potenza del motore, tipo di sospensione e via dicendo.

 

3. Sii creativo

Un pizzico di creatività in più ti permette di catturare l'attenzione dell'utente, e spingerlo a procedere con la configurazione perché attratto dai colori, dal testo o dalle immagini.

configuratore-servizi-B2B-cifa1.png

 

Questo è il primo step del configuratore che abbiamo creato per Cifa: abbia dato molta importanza alla parte visuale del configuratore esaltando con la tabella colori e il veicolo configurato in primo piano. Terminata la configurazione del veicolo l'utente è pronto per proseguire verso lo step finale: la richiesta del preventivo.

configuratore-servizi-B2B-contship4.png

 

L'ultima parte del configuratore di Contship presenta un'immagine a tutto schermo che mostra l'attività dell'azienda (le immagini vincono sempre!), una descrizione e infine la sintesi del servizio finale, con delle call to action che diano la possibilità di salvare la personalizzazione del servizio e di contattare l'azienda.

 

4. Conosci il tuo potenziale cliente

Giunto al termine del configuratore non ti rimane altro che conoscere meglio il tuo potenziale cliente ed ottenere i suoi contatti.

Alla call to action precedente ("Richiedi un preventivo") allega un form di contatto con la richiesta dei riferimenti specifici dell'utente. Puoi accompagnare questa parte finale da una sorta di "questionario" con domande più specifiche sull'attività svolta dall'utente, come abbiamo fatto per Contship. 

configuratore-servizi-B2B-conthip5.png

 

Il form di contatto di Conthip si completa di domande a risposta multipla sulle preferenze dell'utente, sulle dimensioni dell'azienda, per finire poi con la richiesta di contatto. 

configuratore-B2B-iveco2.png

 

configuratore-B2B-cifa2.png

 

In questi due casi, la call to action "Richiedi un preventivo" riporta ad un semplice form di contatto in cui l'utente inserisce i suoi dati e verrà successivamente ricontattato dall'azienda. La call to action va studiata e testata sul campo: piccoli cambiamenti portano spesso a notevoli differenze in conversione.

Riepilogando, un buon configuratore di servizi è uno strumento utile per le aziende B2B perché permette all'azienda di personalizzare un servizio prima che questo venga richiesto.

Nella creazione di un configuratore di servizi e prodotti non dimenticare di:

  • essere semplice
  • schematizzare
  • essere creativo utilizzando le immagini e un copy che catturi l'attenzione dell'utente
  • chiedere i contatti

 

Per avere informazioni più dettagliate su come creare un configuratore scarica il nostro eBook "Il Configuratore perfetto". 

Prosegui la discussione su
Il Configuratore perfetto. Scarica l'ebook e scopri i segreti di un tool di configurazione efficace.  Voglio ricevere l'eBook
Conosciamoci meglio.  Vuoi conoscere le nostre ultime esperienze, le nostre idee per la tua azienda  o semplicemente il vincitore del torneo aziendale di ping-pong?  Prendi un caffè con noi